top of page

Il governo federale non vuole una rete nazionale di vie ciclabili

Il 10 aprile 2024 il Consiglio federale ha pubblicato un rapporto basato su un postulato dell'ex consigliere nazionale e membro del comitato centrale di Cycla Rocco Cattaneo (PLR, TI). In esso si afferma che le piste ciclabili sono nell'interesse della Confederazione, in quanto potrebbero contribuire a decongestionare la rete stradale e a migliorare il flusso del traffico, soprattutto nelle ore di punta. Tuttavia, non è necessaria una rete nazionale di vie ciclabili, poiché questa dovrebbe essere pianificata, creata e mantenuta dal governo federale. Secondo la legge federale sulle vie ciclabili, invece, questo compito spetta ai Cantoni e ai Comuni. Tra l'altro, il governo federale ha esaminato la possibilità di aumentare i finanziamenti per le piste ciclabili nella quinta generazione di programmi d'agglomerato. Tuttavia, al momento non esiste una base legale per un tasso di contribuzione più elevato per specifiche categorie di misure.

Per sostenere i Cantoni e i Comuni nella realizzazione di questo obiettivo, il governo federale sta attualmente sviluppando un aiuto all'attuazione corrispondente. Anche la pianificazione di piste ciclabili lungo le ferrovie e le strade nazionali è in fase di esame insieme ai Cantoni.

コメント


bottom of page